Cronaca del Settimo Anniversario

Sabato 22 Maggio 2004 – L’anno della Forza II

Quel giorno iniziò con una splendida giornata di sole, come tradizione vuole senza pioggia.
Nel primo pomeriggio il presidente e il v. presidente partono per attaccare i vari cartelli Morali lungo la strada per non fare perdere nessun iscritto durante la carovana Morale. Il ristorante fu addobbato con qualche variegazione come tutti gli anni.

Al raduno si respirava aria d’emozioni particolari. Arrivò il presidente sempre emozionato, iniziò i saluti ha tutti i presenti e vedeva nei loro occhi quella Credenza che ogni anno lo porta ad organizzare l’evento Morale dell’anno. La partenza con oltre 30 auto, capitanata in prima fila dalla Moral-Car, ogni anno fa sempre di più l’effetto di un matrimonio. Quell’anno fu confermato, sempre al ristorante “La Rosa” di Ronta, il tavolo ad Emme occupato da novantaquattro credenti, più le telecamere.

Il discorso del Presidente fu accolto sempre con estrema attenzione, tra un applauso, un coro, una hola o una tovagliolinata tutti si rendono partecipi. Da segnalare una cosa importante: spesso accade che molti iscritti/e si trovano accanto a persone che non conoscono, perché gli iscritti al Moral Club vivono anche a decine di migliaia di chilometri di distanza tra loro, ma la situazione e la serata Moralizzata, rendono tutto più facile; questa è la Forza del Morale.

I ringraziamenti sono doverosi a chi dimostra l’attaccamento al Moral Club. Poi da segnalare coloro i quali giungevano da lontano, per loro settima presenza Morale, Modena per la quale non ci sono più parole, terza presenza per la coppia da Torino n.0097 e n.0098, terza presenza per il rappresentante di Siena il n. 0197, sesta presenza della rappresentante n. 0068 di Montelupo Fiorentino, da Sesto Fiorentino ben tre presenze con il n. 0107, 0146, 0147, la segnalare la quarta presenza della tana Morale di Firenzuola, e per finire tutti i presenti Mugellani D.O.C.

Con il premio speciale “La Credenza” fu premiato l’iscritto n. 0035, gran credente. La città credente, Modena, fu premiata con una cassetta VHS ricordo di tutte le loro presenze alle Moralcene. Alla coppia di Torino il presidente regalò un uovo di struzzo decorato a mano con il simbolo della città piemontese e il logo del Moral Club. Al n.0072 fu assegnato l’attestato di “Moral Hood”, colui che ruba ai credenti per restituire ai credenti. Dopo aver consegnato i gemelloni e le medaglie per chi raggiungeva la quinta presenza. Arrivò il momento di spengere le sette candeline sulla torta Moralizzata per ufficializzare il settimo sigillo.

Dopo una prima votazione tre le finaliste per il titolo di Miss Moral Club, la n.0042, la n.0047 e la n.0147; alla fine il presidente annunciò il numero della vincitrice: fu premiata la n.0147 di Sesto fiorentino con tanto di fascia e mazzo di fiori. Dopo la Miss arrivò il momento della lotteria del Morale, l’estrazione a sorte fu effettuata dal più giovane iscritto il n.0007 di sette anni. Il primo premio, il cuscino Moralizzato, fu assegnato al n. 0143, due cofanetti decorati a mano furono assegnati poi alle iscritte n. 0144 e 0147.

Prima dei saluti finali e a nome di tutti il Presidente ringraziò con un bell’applauso la direzione del ristorante per questi tre anni stupendi, non solo dal lato culinario, ma soprattutto nel rispetto Morale nei confronti del Moral Club. Il finale fu che il personaggio Moral Man ringraziò tutti di cuore e ricordò che nel 2005 ci sarebbe stata “la notte dei Moraloscar delle pubblicità”, aspettando l’ottavo anniversario Buon Morale a tutti…

Cronaca a cura del Presidente Simone Moral Man

Questo articolo è stato scritto sabato 22 maggio 2004 alle 23:59 ed è archiviato nella categoria Moral Cene. Puoi anche seguire tutti i commenti all'articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, o fare un trackback dal tuo sito.

Lascia un Commento

Se questo è il primo commento che lasci allora dovrà essere approvato moralmente e non sarà visibile finché non sarà approvato.